🧘‍♀️ Scopri zenO fino al 25% di sconto

🧘‍♀️ Scopri zenO fino al 25% di sconto

Tutto quello che dovete sapere sulla mascherina occhi per dormire

Come orpello di stile, tra iconiche immagini cinematografiche di grandi dive che si svegliano al mattino togliendosela dagli occhi, la mascherina per dormire è entrata nell’immaginario collettivo come un vezzo di moda, un tocco elegante e raffinato per allietare un veloce nap in aereo o in treno, o le notti di vacanza in albergo.

Ma lo sapevate che la mascherina occhi per dormire può avere effetti davvero benefici, sulla vostra pelle e sulla qualità del riposo?

Leggete questo articolo e vi spiegheremo meglio come e quando utilizzare la mascherina occhi per dormire.

Mascherina per dormire: perché utilizzarla?

La maschera per occhi allieta il vostro riposo, sia in vacanza che nella vita quotidiana, poiché permette di rinfrescare gli occhi e di idratare la pelle della zona circostante.

Dopo una giornata faticosa di lavoro – specialmente chi usa molto il pc e apparecchi digitali – la sera si ha la tendenza a provare affaticamento alla vista, una leggera nebbiolina, o sentire i cosiddetti “occhi pesanti”.

Come una sorta di impacco lenitivo, la mascherina da riposo è in grado di riportare sollievo e leggerezza ai vostri occhi, facendovi svegliare più riposati e in forma.

Inoltre, soprattutto quelle di seta (o in altri tessuti di ottima qualità) e quelle di ultima generazione che sono in grado, a contatto con la pelle, di attivare anche un particolare meccanismo di termo-regolazione, sono ottime perché aiutano ad espellere tossine e impurità lasciando l’epidermide più sana e liscia, come una sorta di micro-pulizia quotidiana.

Dormire con  la mascherina: come e quando?

Dormire con la mascherina per gli occhi non ha particolari controindicazioni salvo accertarsi della qualità del tessuto di cui essa è fatta: in commercio, infatti, si trovano anche mascherine realizzate con materiali sintetici, poco traspiranti, assolutamente da evitare per non ostruire i pori della pelle.

Ci sono, al contrario, tante ottime possibilità di acquisto, per tutti i gusti e le tasche: fantasiose e colorate, spiritose e con divertenti messaggi scritti sopra, di seta o lino pregiati o realizzate con fibre naturali…insomma, c’è un vero e proprio imbarazzo della scelta.

Potete usare la mascherina per dormire in qualsiasi circostanza, ma vi consigliamo di tenerne sempre una a portata di mano durante i viaggi sui mezzi pubblici: per un pisolino in treno o un sonnellino di qualche ora su un viaggio aereo a lunga percorrenza, è bene “schermarsi” il più possibile da luci esterne, proteggere la pelle dall’aria a volte viziata dei luoghi chiusi, aiutarsi – con un piccolo e comodissimo filtro – a dare un po’ di sollievo e ossigeno alla pelle.

Le mascherine non sono per nulla ingombranti, vanno ovviamente lavate con regolarità seguendo le indicazioni apposite per il tessuto scelto e riposte in luoghi asciutti e protette, cercando di evitare contatto con polveri e batteri.

Dormire con la mascherina: benessere per la pelle

Durante la notte la pelle “cambia”, anche se impercettibilmente. Tanti piccoli e sottili mutamenti coinvolgono il nostro corpo mentre riposiamo, anche a livello di epidermide.

Cercare di proteggere e mantenere la pelle il più idratata, liscia e pulita possibile – anche con la mascherina per gli occhi – è un ottimo modo per godere di un riposo più duraturo e piacevole.