🧘‍♀️ Scopri zenO fino al 25% di sconto

🧘‍♀️ Scopri zenO fino al 25% di sconto

Niente sonno senza un Mocktail… tutto quello che c’è da sapere sulla tendenza del momento:

Se ne sta parlando davvero molto e le tendenze di TikTok, uno fra i social network più popolari in fatto di nuovi trend, lo confermano: è proprio il mocktail una delle abitudini a far più impazzire giovani e meno giovani di tutto il mondo.
Ma che cos’è il mocktail? A cosa serve? Scopriamolo insieme in questo articolo!

In principio fu… il Dry January

Vi ricordate, appena un paio di mesi fa, quando cominciò a diventare virale il cosiddetto “Dry January”, ovvero la buona abitudine di cominciare l’anno nuovo purificandosi dall’alcol e bevendo solo bevande analcoliche?
Proprio così, è stata la tendenza del mese di Gennaio, 30 giorni completamente Dry per far star bene reni, fegato, stomaco e giovare anche alla pelle, tanto che alcune delle influencers più popolari al mondo lo promuovevano come irrinunciabile tip di beauty routine.
Proprio durante il mese di detox e astinenza dalle bevande alcoliche, dunque, si sarà cominciato a pensare a delle strategie alternative per farsi una coccola prima di andare a dormire, regalarsi 10 minuti di benessere, ma senza il calice di vino che a molti piace e concilia il rilassamento.
Ecco allora che un buon mocktail potrebbe essere arrivato in aiuto.

Tutti pazzi per lo “Sleepy Girl Mocktail”

Lo Sleepy Girl, ad esempio, è facilissimo da preparare home-made: basta un cucchiaio di magnesio
sciolto nel seltzer, del succo di ciliegia ed il gioco è fatto.
Ma come mai proprio questi ingredienti?
Bè, alcuni studi di ricerca – che necessiterebbero però di approfondimenti ed evidenze scientifiche ulteriori – hanno spesso trovato proprio nel magnesio un aiuto all’addormentamento. D’altra parte, le ciliegie amare contengono melatonina, seppure in una percentuale ridotta, e dunque la combinazione dei due elementi è sembrata un supporto davvero valido al riposo.
Funziona? A detta del popolo del web, che lo ha decretato una vera e propria tendenza, si direbbe di sì, ma gli esperti parlano chiaro.
Se è vero che sarebbe sempre meglio sostituire una bevanda analcolica ad una alcolica soprattutto nelle ore tardo – serali, giacché l’alcol non concilia in alcun modo il sonno, bisogna prestare attenzione ai falsi miti e alle ricette fai da te.
Troppa quantità di magnesio, ad esempio, può danneggiate l’apparato gastrointestinale o creare infiammazione; inoltre, il succo di amarena contiene zuccheri e la quantità di melatonina presente è comunque significativamente inferiore rispetto a quella che contengono caramelle o pastiglie – di melatonina appunto – in commercio.

Mocktail: il fattore psicologico

Come hanno fatto notate alcuni psicoterapeuti e specialisti del sonno, forse il vero vantaggio e lato positivo del mocktail non è certo dato dal mix degli ingredienti e dagli effetti fisici che crea ma dal fattore psicologico e dall’effetto placebo che ne fa scaturire.
La sola idea di trattarsi bene, in sostanza… già è una spinta per cominciare a sentirsi e a stare davvero bene. Prepararsi una bevanda serale, mettersi comodamente rilassati a berla sul divano, leggendo un libro o chiacchierando con amici o compagni, forse fa dimenticare lo stress quotidiano, i pensieri, e alleggerisce. Di conseguenza anche il riposo notturno ne sarà favorito.

Con… o senza mocktail.